Vendere su Amazon

Quando vuoi vendere su Amazon, sono diversi gli aspetti da considerare. Prima ancora di essere un negozio, Amazon è infatti un enorme motore di ricerca. E quindi prima di capire come vendere i tuoi prodotti, devi fare in modo che le persone possano trovarli.

Come? Evitando questi errori.

1. Per vendere su Amazon la velocità è importante

Velocità. Intesa come?

L’algoritmo di Amazon è molto interessato a capire i prodotti che stanno diventando “caldi”. Perché? Perchè è suo interesse  promuoverli a quanta più gente possibile per aumentare le tue vendite, e di conseguenza i suoi profitti.

Eh sì, questo ti deve essere chiaro: ogni vendita che tu fai, per Amazon è guadagno, attraverso la percentuale che lasci a questo “sistema di vendita”. Amazon è sempre contento quando tu vendi, perché più vendi tu, più guadagna lui.

Facile e lineare, è business.

Tu puoi diventare autore, o negoziante, su Amazon. Questo immagino tu lo sappia. Ora, quando un prodotto viene lanciato, e ottiene velocemente attenzioni, vendite e recensioni, è facile che venga considerato prodotto “hot” (o “caldo” che dir si voglia).

  • È modaiolo?
  • Sta esplodendo perché piace?
  • È un prossimo best seller?

A questo punto Amazon lo promuoverà ulteriormente per farlo girare ancora e ancora e massimizzare ogni possibilità di guadagno. In questo caso avresti l’aiuto del gigante per fare esplodere le tue vendite (concetto di Win – Win ben realizzato, vincete entrambi poiché entrambi vendete).

Il tuo prodotto verrò posizionato più in alto (Ti ricordo che Amazon è anche un immenso motore di ricerca) e magari inizierà a comparire in newsletter automatiche, sui prodotti più venduti, nei prodotti correlati etc. Più vendi e più venderai.

#vendere su #amazon: gli errori da evitareClick To Tweet

Conclusione: quando lanci un buon prodotto e credi che possa avere successo, prepara e supporta il lancio con campagne pubblicitarie. Non avere paura di spendere un po’, poiché accelerare le vendite in poco tempo significa “farsi notare da Amazon”. Con tutto quanto ne consegue.

2. Vuoi vendere prodotti su Amazon? Ottimizzali per la ricerca.

Capita spesso di vedere su Amazon prodotti con un nome di prodotto totalmente inutile, foto che ad esser buoni potremmo definire orrende e descrizioni inesistenti. Sappi che queste persone hanno realizzato la migliore strategia per NON farsi trovare.

Spero tu non sia in questa situazione.

A scanso di equivoci, prima ancora di capire come vendere su Amazon, cerchiamo di capire meglio come funzioni il sistema di ricerca.

Amazon è un motore di ricerca

Amazon è prima di tutto un motore di ricerca. Farsi trovare è dunque il primo passo per riuscire a vendere i nostri prodotti su questa piattaforma. Il secondo è far “cliccare” le persone sul risultato di ricerca e portarle alla pagina di prodotto, dove potranno acquistarlo.

Ogni prodotto di Amazon (così come su altri negozi elettronici, i concetti sono simili) ha degli elementi di base:

  • Nome del prodotto
  • Immagine del prodotto
  • Prezzo
  • Categoria e sottocategoria
  • Keyword aggiuntive

Questi elementi devono essere pensati prima, e successivament ottimizzati. E qui spesso si fanno errori clamorosi.

Nome del prodotto aziendale, o nome del prodotto popolare?

Come? Mi spiego con un esempio estremo, così puoi capire. Supponi di aver creato un nuovo fondotinta. Il suo nome è GRANFONDOSUPER (faccio lo stupido, ma così ci capiamo). Chiaramente il tuo scopo è vendere il prodotto su Amazon, ma al di là di questo, è ovvio che 10 minuti dopo il lancio ancora nessuno conosca il nome del tuo prodotto? Concordi?

Ora ti pare sensato scrivere come titolo del prodotto “GRANFONDOSUPER”?

Le donne cercano fondotinta con certe caratteristiche, quindi per poter essere trovato (ancora prima di venduto) il tuo prodotto dovrà avere nel titolo le sue caratteristiche principali, che rappresentino un immediato vantaggio rispetto alla concorrenza, e ne esaltino al massimo le caratteristiche di forza. Come minimo:

  • Il nome “fondotinta” (che è una chiave di ricerca);
  • Il vantaggio “Anallergico” (che magari è importante);
  • Magari qualche altro vantaggio tipo “Bio” (perché prodotto solo con elementi di origine controllata e garantita);

Sono solo esempi ovviamente (non sono davvero un esperto di fondotinta!).

Il concetto è che non devi usare il nome specifico del prodotto ma una cosa tipo “Fondotinta anallergico bio, dermatologicamente testato, con Vitamina C e estratto di…”. Capisci la differenza? Amazon usa tutte le parole contenute nel titolo come chiavi di ricerca. In questo modo chiunque stia cercando un fondotinta è facile che possa trovare anche il tuo, altrimenti, è semplicemente impossibile.

Visto che è un prodotto fisico, è importantissimo (per la persona che lo sta cercando) capire che ve ne siano ancora in scorta, che il prezzo sia allineato con altri prodotti simili, visto che comunque compariranno nella scheda di ricerca.

Dove posizionare i tuoi prodotti

È altresì importante che il prodotto sia posizionato tra le giuste categorie e sotto-categorie, ovvero sugli “scaffali” appropriati, in modo che sia più semplice per chiunque riuscire a trovarlo.

Anche in questo caso puoi giocare con svariati elementi, per esempio il fatto che il prodotto sia disponibile in Amazon Prime aumenta il CTR (ovvero la frequenza di click verso la pagina di prodotto) perché viene garantita una consegna velocissima. Puoi usare le scorte come “leva di scarsità” (ancora per convincere le persone a comprare più velocemente) ma preoccupati che ve ne siano sempre abbastanza per coprire le esigenze e il trend di acquisto.

Ci sono addirittura keyword aggiuntive per mirare ancora meglio le ricerche del tuo prodotto.

Vuoi #vendere su #Amazon? Non dimenticare le recensioniClick To Tweet

Per finire le recensioni, che aiutano in modo significativo il tuo prodotto a “rankare” ovvero a posizionarsi, scalando posizioni, nel motore di ricerca Amazon.

D’altra parte è facile capire che più commenti positivi ci siano su un prodotto, più facile sarà convincere le persone a comprarlo. Hai mai pensato a una strategia per ottenere recensioni? Se ti va commenta, e magari potremmo pensare ad un articolo specifico sull’argomento.

Ricorda: le recensioni migliorano, aumentandolo, il posizionamento del tuo prodotto.

3. Ottimizza la pagina di vendita del prodotto

Non puoi creare un prodotto senza aver almeno dato un’occhiata ai competitor.

Dopo un’attenta ricerca potrai renderti conto che i prodotti migliori sono anche i più curati. Foto fatte bene (e non solo una, triste e scarna), un titolo di pagina ben fatto e soprattutto la descrizione estesa, completa, esauriente, ottimizzata per le keyword relative al prodotto.

Per la descrizione in particolare hai davvero tanto spazio. Non sfruttarlo significa lasciare sul piatto un’opportunità magnifica per aumentare le conversioni (cioè le vendite). Sfrutta tutto lo spazio disponibile, descrivi bene il tuo prodotto, i vantaggi del suo utilizzo, le caratteristiche che lo rendono unico, le peculiarità che può avere rispetto ad altri, tutti i dettagli tecnici, etc.

In altre parole: non puoi vendere su Amazon se non hai una pagina di prodotto completa.

Ribadisco: usa tutto lo spazio e non preoccuparti. Se qualcuno non vuole leggere non leggerà, ma chiunque andrà a leggere troverà tutte le informazioni per convincersi a comprare. Tu devi solo preoccuparti che questi contenuti siano davvero ben scritti, esenti da errori e refusi.

Vuoi un esempio? Ecco la pagina di vendita del mio “prodotto” libro.

Ora puoi vendere i tuoi prodotti su Amazon

Come vedi, conoscere questi 3 aspetti di Amazon significa migliorare significativamente il tuo potenziale di vendita. Ignora questi consigli e semplicemente non venderai nulla, perché i tuoi prodotti, tra i milioni di altri, saranno introvabili.

È tutto, per oggi. E ora corri a controllare i tuoi prodotti su Amazon: sono completi in ogni parte? Hanno almeno un titolo che possa rispondere alle intenzioni di ricerca delle persone?

Articoli simili