Cliente ideale

Quella del cliente ideale è una storia di cui pochi hanno colto la vera essenza.

Mettiamola così, se anche tu non riesci a coinvolgere le persone e ad acquisire nuovi clienti è proprio per questo motivo: evidentemente non ti stai focalizzando sul profilo del tuo cliente ideale.

Vediamo insieme da dove partire, per creare l’identikit del tuo cliente ideale.

Chi è il tuo cliente ideale?

Il cliente ideale è quella persona per cui i tuoi servizi e prodotti rappresentano il massimo valore, e quindi è colui che, quando comprerà, sarà sicuramente felice della soluzione offerta, sia in termini di prezzo, che di servizio, efficacia e soddisfazione personale.

Identificare il Cliente ideale è dunque una tappa irrinunciabile nel percorso di marketing di ogni azienda: serve a costruire una strategia di comunicazione con messaggi mirati alle persone giuste.  E questo significa ridurre le spese degli investimenti pubblicitari (così non sprechi soldi verso un pubblico non interessato) e risparmiare tempo nella redazione dei contenuti.

Capire a chi devi rivolgerti è infatti il punto di partenza per la scrittura di qualsiasi contenuto sul web. E quando parlo di contenuti web mi riferisco in particolar modo a ogni:

  • pagina del tuo sito web;
  • campagna di email marketing;
  • contenuto sui social media;
  • pubblico delle tue campagne sui social network;
  • articolo del tuo blog;
  • call to action (CTA) del tuo sito/landing page.

Innanzitutto, ricordati che non tutti sono interessati a quello che hai da offrire. È impossibile avere un servizio o un prodotto che piaccia a tutti. Perciò non tutte le persone corrispondono all’identikit del cliente ideale.

Se ti rivolgi a tutti o cerchi di accontentare tutti, finirai per non piacere e non accontentare nessuno.

Dovrai identificare quel le persone che incarnano un bisogno che tu puoi risolvere. Solo queste saranno le persone giuste a cui indirizzare le tue attività di marketing e a cui proporre i tuoi servizi o prodotti. Credimi, è questo il più grande segreto: non parlare a tutti, parla solo a quelli che possono essere interessati da ciò che hai da offrire.

Cliente ideale - banner
Una volta deciso il tuo cliente ideale, sarà tutto più facile, soprattutto convincerlo a comprare

Il cliente ideale: perché devi costruire il suo profilo

Potrei stare qui a parlarne per ore, di tutti i vantaggi derivanti dalla creazione del profilo del tuo cliente ideale. Tuttavia per ora vorrei concentrarmi sui 3 motivi che devi comprendere per capirne l’essenzialità:

1. Il cliente ideale anticipa i comportamenti del tuo pubblico

Identificare il profilo cliente creando le tue Buyer Personas ti permette di raggiungere gli obiettivi di business che ti sei posto. Concentrati su questi “avatar cliente” e sarai in grado di anticipare i comportamenti del tuo pubblico:

  • Quali sono i loro bisogni?
  • Dove cercano informazioni?
  • Quale tipo di contenuto preferiscono consumare?
  • Come amano sentirsi?

Raccogli in modo scrupoloso tutte queste informazioni e sarai in grado di indirizzare i tuoi messaggi ad un pubblico definito. Persone potenzialmente interessate, intercettate nel momento giusto e utilizzando il mezzo più idoneo.

E non finisce certo qui. Proseguiamo!

2. Il cliente ideale screma le persone sbagliate

Altro innegabile vantaggio della nella definizione dei profili del cliente ideale è la scrematura. Nelle tue comunicazioni parlerai soltanto alle persone selezionate grazie ai profili cliente identificati. Così facendo eviterai di rivolgerti a persone sbagliate, fuori target, che ti fanno solo perdere tempo e risorse.

Un’azienda che parla con il pubblico sbagliato rischia grosso! Hai presente le cattive recensioni o i commenti inappropriati sui social e sui vari canali di comunicazione) (pensa ad Amazon per chi scrive libri, TripAdvisor per chi ha locali…)

Quando ti rivolgi alle persone giuste poiché parli loro in modo chiaro, quelle sbagliate saranno meno attratte dal tuo contenuto, e meno propense a consumarlo (e questo è il vantaggio più grande. Non hai perso un cliente, hai protetto i clienti migliori).

Come fare?

3. Il cliente ideale è sensibile alla giusta comunicazione

Una volta creato il profilo del tuo cliente tipo, riuscirai ad individuare di conseguenza anche:

  • il giusto tono di voce (colloquiale, formale, giovanile, ecc.);
  • la forma e i contenuti più adatti;
  • i canali migliori da utilizzare (social network, blog, email, telefono).

Scegliere con cura questi dettagli fa la differenza.

Prova solo a pensare di dover scegliere il regalo giusto per tua moglie o tuo marito. Quale sarà il regalo più azzeccato? Beh, immagino che tu conosca bene tua moglie, i suoi gusti e i suoi bisogni. Conoscerla ti permette di fare delle precise scelte di stile e di contenuto (vorrebbe un abbonamento alla Spa o un nuovo smartphone? Le piacerebbe un bel bigliettino con una dedica o una cena romantica?).

Dai un volto al tuo cliente ideale, cerca di immedesimarti nei suoi bisogni e nei suoi problemi quotidiani. Riuscirai così a porti nei suoi confronti nel modo migliore.

Ora andiamo a vedere come puoi iniziare a dare una forma concreta al tuo cliente ideale.

Come individuare e costruire il profilo del cliente ideale

Nel momento in cui andrai a decidere e creare il tuo target di clienti è probabile che un solo profilo non sarà sufficiente. Possono, infatti, essercene diversi, ma tutti interessati a ciò che hai da offrire. Per darti un’idea ci sono aziende che ne hanno 1 o 2 e altre che arrivano fino a 20.

Il consiglio numero uno per cominciare a delineare il tuo avatar cliente è: inizia dai tuoi clienti attuali. Puoi fare un’analisi di quelli che sono i tuoi clienti più fedeli o i tuoi primi clienti. Se non hai ancora clienti, scegli con cura a chi vuoi rivolgerti per cominciare: un padre di famiglia operaio ha banalmente capacità di spesa diverse da un manager collaudato.

Ne hai tenuto conto nella creazione dei tuoi prodotti o servizi?

Come spieghiamo in modo dettagliato nel corso sulle Buyer Personas, inizia ad analizzare tutti i dati in tuo possesso. Prendi un foglio e compila tutti questi campi:

  • Nome (un nome e un volto servono a memorizzare)
  • Dati demografici (età – genere uomo/donna – dove vive)
  • Profilo lavorativo (ruolo – carriera – capacità di spesa)
  • Tratti personali (ad es. serio – smart – sportivo)
  • Bisogni (esigenze che lo spingono a cercare i tuoi prodotti/servizi)
  • Obiettivi (e tu come puoi aiutarlo a raggiungerli)
  • Interessi e Tecnologia (ad es. usa la mail, naviga sul web, usa i social network? quali?)

Scrivi, correggi e riscrivi. Fino a che non sarai completamente soddisfatto.

Lo so, non è affatto semplice come sembra. Ci sono tante altre questioni da affrontare e approfondire. Una fra tutte: la basilare raccolta di informazioni per iniziare la costruzione del profilo cliente.

  • Dove reperire i dati?
  • A chi chiedere aiuto?
  • Come analizzare i dati raccolti?

Questi ed altri approfondimenti li trovi nella guida completa alla realizzazione delle tue Buyer Personas: il corso su come trovare i tuoi clienti costruendo le Buyer Personas.

Buyer Personas - Come trovare clienti ideali - Corso online
Sviluppa le tue competenze

Come trovare i tuoi clienti costruendo le Buyer Personas

Un percorso affascinante alla scoperta del tuo cliente ideale. Lo strumento più potente del marketing per creare un business capace di rivolgersi alle persone giuste

Spero che le mie indicazioni ti siano servite per capire meglio chi è e quanto sia importante costruire una buyer persona per il tuo business online. Se hai dubbi e vuoi saperne di più, contattami oppure commenta qui sotto. Grazie per la lettura e buon proseguimento.

Articoli simili